Rifiuti speciali

La Regione Sardegna limita la produzione dei rifiuti e favorisce il riutilizzo, il riciclaggio ed il recupero dei rifiuti (sia di materia che di energia) specificando le tipologie, la quantità e l’origine dei rifiuti da recuperare o da smaltire. Svolge questa attività attraverso la redazione dei Piani di gestione dei Rifiuti speciali con l’obiettivo di indicare il complesso delle attività e dei fabbisogni degli impianti necessari ad assicurare lo smaltimento dei rifiuti speciali in luoghi prossimi a quelli di produzione, per favorire la riduzione della movimentazione dei rifiuti.

Cosa si intende per rifiuti speciali?

  • rifiuti da attività agricole e agro-industriali
  • rifiuti derivanti dalle attività di demolizione, costruzione, nonché i rifiuti pericolosi che derivano dalle attività di scavo
  • rifiuti da lavorazioni industriali
  • rifiuti da lavorazioni artigianali
  • rifiuti da attività commerciali
  • rifiuti da attività di servizio
  • rifiuti derivanti dalla attività di recupero e smaltimento di rifiuti, i fanghi prodotti dalla potabilizzazione e da altri trattamenti delle acque e dalla depurazione delle acque reflue e da abbattimento di fumi
  • rifiuti derivanti da attività sanitarie
  • macchinari e le apparecchiature deteriorati ed obsoleti
  • veicoli a motore, rimorchi e simili fuori uso e loro parti
  • il combustibile derivato da rifiuti
  • rifiuti derivati dalle attività di selezione meccanica dei rifiuti solidi urbani

Categorie

Archivi

0 comments

Leave a comment

Want to express your opinion?
Leave a reply!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *